Condividi su Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter

Dalla Legge di Bilancio 2018 misure per favorire l’ingresso giovani.


Queste le misure previste:
Esonero contributi previdenziali per giovani

Prosegue anche per il 2018 l’agevolazione per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali di età inferiore a 40 anni che si iscrivono nella previdenza agricola nel 2018; essi fruiscono di uno sgravio contributivo totale per i primi tre anni, della riduzione a due terzi per il quarto anno e della metà per il quinto anno. L’esonero non è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento.
Contratto di affiancamento
Si tratta della maggiore  novità, con le disposizioni attuative( commi 119 e 120) del cosi detto “contratto di affiancamento” in agricoltura introdotto dalla legge 154/2016 per agevolare il cambio generazionale nel settore.
L’imprenditore che deve essere affiancato deve avere una età superiore a 65 anni o, se più giovane, deve aver raggiunto la pensione. I giovani che devono affiancarlo devono avere una età compresa tra 18 e 40 anni e non devono essere proprietari o titolari di altro diritto reale su terreni agricoli. L’affiancamento comporta in ogni caso la ripartizione degli utili di impresa in una percentuale compresa tra il 30 ed il 50% a favore del giovane. Il giovane matura altresì il diritto di prelazione agraria secondo le modalità della legge 590/1965.
I contratti di affiancamento hanno priorità nei progetti di sviluppo e relativi finanziamenti, ma non sono regolati sotto il profilo fiscale.




CIA LIGURIA VIA COLOMBO 15/5- 16121 GENOVA- TEL 010.5705633 FAX 010.5702604 CF 80044410100  -  Informativa sui cookie