Condividi su Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter

Ad Albenga rincaro su bollette acqua, Mastroianni: "Cifre spropositate"


Tariffe delle bollette dell'acqua raddoppiate. Dopo l'approvazione del piano tariffario da parte della Provincia di Savona e dell'autorità d'ambito a pagare prezzi salati sono prima di tutto gli agricoltori. 
 
Soprattutto ad Albenga, dove un metro cubo di acqua per uso irriguo costerà 0.35 euro (oggi siamo sui 0.17 euro) e se si superano i 6 mila metri cubi annui la tariffa aumenta ancora a 0.53 euro con l'aggiunta di una quota fissa di 43,83 euro. 
 
"Dalla nostra parte abbiamo il Comune di Albenga - commenta Osvaldo Geddo, direttore CIA Savona - e assieme alle altre associazioni di categoria ci stiamo impegnando per trovare una soluzione. L'impatto sulle aziende agricole potrebbe essere devastante, per questo il nostro obiettivo è quello di chiedere una sospensione temporanea di questi rincari". 
 
Il servizio idrico fa parte dell'Ambito Territoriale Ottimale della provincia di Savona, quindi pur essendo regolamentato da leggi nazionali, in ambito locale qualche margine di riequilibrio è possibile.
 
"Le bollette che gli agricoltori andranno a pagare sono davvero elevate, - spiega Mirco Mastroianni, presidente CIA Savona - senza contare anche la mancata consultazione preventiva delle OPA. Se le consultazioni di questo periodo non porteranno ai risultati sperati certo non ci tireremo indietro in questa nuova battaglia. La cifra è spropositata, calcolando che l'acqua normale costa meno".
 
"Nei giorni scorsi abbiamo incontrato, assieme all'assessorato all'agricoltura del Comune di Albenga, - prosegue Geddo - il funzionario della Provincia di Savona Vincenzo Gareri per avanzare la richiesta di sospensione, cercando poi di approfondire i margini di manovra che si avranno dopo la sospensione". 



CIA LIGURIA VIA COLOMBO 15/5- 16121 GENOVA- TEL 010.5705633 FAX 010.5702604 CF 80044410100  -  Informativa sui cookie